Cronaca

Prima Vera non bussa, lei entra sicura

La società per azioni Prima Vera (recentemente rinominata Zephyro spa) mette piede a Melegnano nel 2014. I vertici dell’amministrazione comunale decidono, con delibera di giunta DG 59/2014, che è ora di trovare un partner privato per l’impianto di illuminazione pubblica. Il progetto dovrà essere realizzato in project financing. Cioè con esborso esclusivamente da parte del privato. Un avviso del 18 aprile 2014 inizia «la ricerca di un promotore per la gestione, la manutenzione ordinaria, la fornitura d’energia, l’adeguamento e la messa a norma» dell’illuminazione. Con determinazione n. 622/2014 nasce la commissione di valutazione del progetto. Rispondono due candidati. Il primo «non è giudicato idoneo». Il «soggetto promotore» idoneo è il secondo: un’associazione temporanea di imprese tra Prima Vera spa, con sede a Milano, ed EdilCile srl, con sede in S. Genesio e Uniti, a Pavia. La determinazione n. 800/2014 individua in Prima Vera e nella sua associata il soggetto a cui affidare la procedura di selezione del giusto partner. Il 17 dicembre la commissione, con nota protocollata 0032285, valuta la proposta di Prima Vera ed EdilCile come «la migliore».

Seguono carte bollate. Il 13 febbraio 2015 EdilCile si presenta a braccetto con SIR srl, alla quale ha affidato il proprio ramo di gestione e manutenzione impianti. Il progetto vero e proprio è presentato il 7 aprile 2015 da Prima Vera, e include «la gestione degli impianti semaforici». Ma il 7 luglio SIR comunica che ha rescisso il suo contratto da EdilCile, in quanto EdilCile ha dichiarato fallimento in proprio. La nuova associazione d’impresa è comunicata il 14 ottobre 2015: Prima Vera si associa con Mi-Ra srl, sede in Abbiategrasso. La delibera di giunta 149 del 22 dicembre 2015 dichiara che verrà emesso un bando di gara e che la società Prima Vera avrà «diritto di prelazione», cioè di adeguare la sua proposta economica a quella giudicata più vantaggiosa dall’amministrazione.

La Procura di Busto Arsizio ha rinviato a giudizio tre persone di Prima Vera spa. La manutenzione delle apparecchiature elettromedicali che Prima Vera spa ha curato in appalto nell’Azienda Ospedaliera di Gallarate, ospedale S. Antonio Abate, è finita nell’indagine giudiziaria Clean Hospital.

Le accuse sono di turbativa d’appalto e truffa ai danni dello Stato, e pendono sul presidente Domenico Catanese e su altri due dipendenti. Per Melegnano si tratta del quarto caso dal 2009 di lavori pubblici affidati ad aziende o a professionisti messi sotto inchiesta giudiziaria.

Marco Maccari, martedì 8 marzo 2016 ore 7:39

mamacra@gmail.com

@mamacra

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...