L'inchiesta satirica

Ma quindi? La Melegnano social censura?

ELIMINARE IL POST DI UN UTENTE da un gruppo social o da una comunità locale: sì o no? RADAR è nato online e sente in modo acuto questo problema. Episodi isolati ma ripetuti ci ha fatto estrarre le antenne. Ecco alcune considerazioni.

CAPIRE IN 4 DOMANDE

  • Rimuovere i post, scritti dagli utenti nei gruppi, è censura?

No. Tecnicamente la censura è un’operazione preventiva: prima io leggo e cancello, poi tu puoi pubblicare il resto. Hanno uffici di censura le radio e le televisioni: celebre per questo lo spettacolo teatrale Il Censore che sovrabbonda di ispirazioni satiriche.

  • Se non è censura, cos’è?

È tecnicamente definita rimozione. È prevista per i post con contenuti offensivi che in questi anni dilagano online, cioè discriminatori contro una razza, un orientamento sessuale, una minoranza, una religione. Google Plus, il social network del più potente motore di ricerca globale, consente «ai moderatori dei gruppi di rimuovere post di altri membri». Lo stesso su Facebook.

  • Sono mai stati cancellati i post di RADAR?

Mai per discriminazione. Ma più di un contenuto ha ricevuto forme di contestazione, compresa la rimozione, perché scomodo. L’articolo di RADAR «La sicurezza di Raimondo» è stato rimosso a gennaio 2016 per decisione (non unanime) dei moderatori di un gruppo locale. Il blog ha vissuto la rimozione come limitazione della libertà d’espressione.

  • Ma allora il problema qual è? 

La rimozione di un contenuto discriminatorio è un indicatore di credibilità della piattaforma e del singolo gruppo. Ma la rimozione nei confronti di un utente rispettoso, invece, non solo non è richiesta dalla piattaforma ma non rappresenta un indicatore di credibilità. È vissuta come un’umiliazione da tutti quegli utenti che non condividono contenuti razzisti o sessisti o pedofili.

APPELLO
Proponiamo ai gruppi social locali di limitare le rimozioni ai soli contenuti sanzionabili dalle piattaforme, cioè quelli sensibili, discriminatori, lesivi della privacy e del rispetto dei minori: usando con tutti gli altri utenti un metodo diverso, ispirato alla costante educazione dell’utente all’utilizzo dello spazio pubblico. Tutti siamo in causa. Può essere l’ultima speranza per costruire una comunità.

Lo Staff, mercoledì 18 maggio 2016 ore 7:00 

radarmelegnano@gmail.com

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...