Il caso

E il consulente Angelo Bianchi fece causa a RADAR

MELEGNANO/LODI – Il pubblico ministero del Tribunale di Lodi ha già chiesto di archiviare. La parte offesa ha presentato un atto di opposizione all’archiviazione. A decidere sarà il giudice: se procedere a giudizio, oppure se accogliere l’archiviazione.

LA DIFFAMAZIONE
Il caso Bianchi
, documentato sul blog RADAR in ogni sfaccettatura e attentamente seguito dai lettori, bussa alla porta del blog chiedendo il conto con una denuncia per diffamazione a mezzo stampa secondo l’articolo numero 595 del codice penale; diffamazione aggravata dalla pubblicità del mezzo di comunicazione di internet. L’articolo 595 dichiara: «Chiunque, comunicando con più persone, offende l’altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1.032. Se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato, la pena è della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a euro 2.065. Se l’offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a euro 516. Se l’offesa è recata a un corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza o ad un’autorità costituita in collegio, le pene sono aumentate».

LA LIBERTÀ DI INFORMARSI
Nella comunità melegnanese
sopravvive il timore della minaccia fatta dal potente. I lettori sappiano scavalcarlo: oggi il diritto, la legge e i tribunali proteggono la libertà di informazione dal sopruso. A sporgere querela infatti è stato Bianchi in persona. La posizione di RADAR in queste indagini è sempre la stessa: le disavventure giudiziarie che il pubblico funzionario ha attirato su di sé meritano di essere divulgate anche all’opinione pubblica di Melegnano. L’udienza è fissata il 27 maggio. Al blog l’onere di informare; ai lettori la libertà di opinione. Al giudice l’ultima parola.

Marco Maccari, martedì 24 maggio 2016 ore 9:36

mamacra@gmail.com

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...