Il caso

A Melegnano nel 2016 non è successo niente

Ci sono tante ragioni per ricordarcelo questo 2016.

C’è da ricordarsi la massa di bifolchi fascisti per le strade del sud est milanese ad inneggiare contro la creazione di un centro di accoglienza a Peschiera Borromeo per i migranti ed i richiedenti asilo.

leonardo-la-roccaE c’è da ricordarsi della sicurezza! Tema sempre caldo nel sud est milanese. La sicurezza da garantire con telecamere ad ogni angolo, con la polizia ad ogni rotonda, con le ronde notturne e ovviamente con la cacciata dell’uomo nero.

La stessa sicurezza che fa chiedere la presenza dell’esercito a Melegnano da un sindaco che poi dimentica che nel suo paese, nel mercato più grande del sud est milanese, a fronte di 70 banchi con licenza, ce ne stanno altrettanti (72 per esser precisi) di merce contraffatta o comunque abusivi. Ma lì, se qualcuno chiede, non è un problema di sicurezza. Ma mi spieghino allora. Mi spieghino chi è che fa trovare ogni mattina le borse contraffatte già pronte sul posto per decine di venditori. Perché non è che spuntano come i funghi da soli. E non credo proprio che se le portino con i barconi le borse contraffatte. Per la tratta dei migranti sicurezza non ne chiediamo?

Perché se ci sono gli ambulanti che vendono merce contraffatta è perché qualcuno li piazza lì a vendere la merce contraffatta. E sono le mafie che gestiscono il traffico della merce contraffatta.

Perché se si scoprono 7 chili di droga alla settimana distribuiti tra Peschiera, San Donato, Melegnano e San Giuliano, è perché le mafie si occupano della gestione del traffico di droga, l’uomo nero, al più, la vende per strada.

Continua a leggere…

Leonardo La Rocca, venerdì 30 dicembre 2016 

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...