Il caso

E Sanremo si trasformò in un social

Questo Festival sarà ricordato come l’edizione dei record. Tanto di cappello a Maria De Filippi, «la Signora della televisione» che non ha voluto nessun compenso per i suoi servizi; ma non pensiate che la Rai abbia risparmiato, ci ha pensato il suo compagno di palco Carlo Conti a percepire tutto quello che lei non ha voluto, andando poi a mostrare in conferenza stampa la ricevuta del bonifico fatto a favore dei terremotati.

Una cosa molto simpatica per stare al passo con i tempi l’ha fatta Ceres, ha appeso al balcone dell’albergo uno striscione con scritto #staseraMariagratis. È uno dei festival più criticati, i grandi esclusi come Albano e Gigi D’Alessio che ha detto che loro sono stati usati, i giovani vincitori, come Lele e Gabbani. È stata criticata anche la giuria, è stata detta non competente perché non conosce le la tradizionale musica italiana; ma nel 2017 possiamo ancora parlare di musica tradizionale?

La stessa persona che ha detto che la giuria era incompetente ha utilizzato la parola «nazionalpopolare» tratta da una celebre canzone, per definire la musica italiana che più si adatta al Festival. Sicuramente sarà criticato anche perché tra tutti gli artisti che si sono presentati c’erano molti ragazzi provenienti dal talent Amici; e va a vedere che prima o poi sarà anche detto che i giovani hanno vinto perché c’era Maria, come fu qualche anno fa per Valerio Scanu che vinse Sanremo proprio quando ci fu la prima volta la De Filippi come ospite. Chissà se questa edizione segnerà una svolta nel futuro del Festival; quest’anno il festival è stato ribaltato come un calzino, trasformato in qualcosa di più social, come i tempi di oggi richiedono. Anche se non è piaciuto a molti, il giorno dopo la finale tutti sapevano che «la scimmia nuda balla… Occidentali’s karma»!

Michelina Salandra, giovedì 16 febbraio 2@17 ore 10:07
michelinasalandra@libero.it

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...