Cronaca

Non abbiamo più una casa e la mia mamma piange tutte le sere

bambino-picStamattina abbiamo detto ciao alla casa.

La padrona di casa e il comune ci hanno detto che ce ne dobbiamo andare. Non ci vogliono più. È da tanto che cerchiamo di restare. Papà e mamma hanno parlato con il comune, sono andati, mamma provava tanta rabbia perché tutti le dicevano che le case ci sono, ci sono le case vuote, ma a noi non ci fanno entrare. In comune interrompevano mia mamma. Le dicevano: «Noi rispettiamo le regole, noi rispettiamo le leggi, noi non ci stiamo». Ma noi chi? Le hanno detto che ci sono così tante situazioni gravi che, per non fare torto a nessuno, non fanno bene a nessuno, e così hanno scelto di non assegnare le case a chi ha bisogno.

Un vigile ci aveva detto delle cose per aiutarci ma poi in comune lo hanno rimproverato, gli hanno chiesto di precisare le cose che aveva detto, hanno messo il timbro, glielo hanno fatto firmare.

Papà è stanchissimo, si mette giù la sera molto tardi all’una, poi alle due si rialza e torna a lavorare. All’inizio potevamo stare qui fino a tutto marzo. Poi un giorno mamma e papà mentre tornavano dopo avere preso qualcosa da mangiare hanno trovato la padrona di casa, suo fratello, il suo avvocato, l’ufficiale giudiziario e i padroni di casa hanno detto che a papà gli dovevano chiedere l’elemosina, che noi siamo mafiosi. Hanno detto che dovevamo uscire di casa prima, il 22 febbraio, se no il tribunale prendeva me, mio fratellino e ci portava via da mamma e papà.

Quando vedo la psicologa, dice che non vuole che io senta certi discorsi.

Se sento mi metto a tremare.

La mattina mi svegliavo e chiedevo sempre a mamma: noi domani cosa facciamo? Ce la danno una casa? O andiamo fuori senza casa al freddo?

Lei mi rispondeva che non sono cose da bambini, che mamma e papà la trovano una casa, stiamo cercando e andiamo in una casa nuova.

Ma io la sento che piange tutte le sere.

Un bambino di Melegnano, mercoledì 22 febbraio 2017 ore 8:00
ilblogradar@gmail.com

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...