Satira

Comunali 2017: l’interesse per il coso pubblico

Melegnano, giugno 2017. A causo dei suoi forti idei politici, il centrodestro candida una sindaco. Prevale l’interesse per il Coso Pubblico.

_

Visto il gran caldo, la Caputo verrà tolta dal sarcofago soli pochi minuti prima dell’inizio del ballottaggio.

_

Preoccupazione nel centrodestra: il trucco usato da Caputo non regge il caldo. Per il confronto si dovrà rinunciare. Per il ballottaggio sarà riposta sottovuoto.

_

Il centrodestra pressa per avere la prima donna sindaco.
D’altronde, le pulizie in comune vanno fatte.

_

A Melegnano sfuma il secondo confronto pubblico. Bellomo in prima fila rompeva troppo le palle.

_

Niente confronto Bertoli–Caputo. A meno che il direttore del Cittadino la smetta di rubare le battute alla Caputo.

_

Melegnano, confronto finale in fumo; insopportabile che Ferruccio Pallavera ostenti la stessa età, gli stessi capelli della Caputo.

_

Melegnano: niente confronto in pubblico a teatro. La campagna elettorale va fatta nell’ombra.

_

Melegnano. Con le nuove telecamere installate vi sarà maggior controllo. Ma solo fuori dal comune.

Marco Rossi di Fratelli d’Italia paventa un’invasione di profughi a Melegnano. No; la mamma non ti dà all’uomo nero; è una filastrocca.

_

Marco Rossi, un ragazzo che in questa campagna elettorale ha avuto ruoli fondamentali:
Autista per Raimondo
Regista per Raimondo
Caputo’s Badante/Toyboy.

_

Il centrodestra inserisce come punto del programma la movida melegnanese.
Niente, senza alcool le idee non vengono proprio. 

_

Comunali 2017: Vito Bellomo sfoggia una nuova foto su Facebook.
Mostra una freccia che sta aggiustando il bersaglio.

_

 

#melegnano2017 

Annunci
Standard

One thought on “Comunali 2017: l’interesse per il coso pubblico

  1. Silvia Guarato ha detto:

    “Il centrodestra pressa per avere la prima donna sindaco.
    D’altronde, le pulizie in comune vanno fatte.” Sono una ragazza di 19 anni, non sono di Melegnano quindi non m’interessa particolarmente l’elezione del sindaco ma questa frase la trovo estremamente offensiva e sinceramente non può nemmeno definirsi satira una cosa del genere, è solo spazzatura. La libertà di espressione finisce laddove si diventa irrispettosi. Va bene prendere in giro i politici, ma qui si è andati troppo oltre: non si è preso di mira la persona, bensì un intero genere. È RIVOLTANTE che nel 2017 una donna come me sia vista ancora come “angelo custode del focolare domestico” e questa frase sostiene una concezione non solo retrograda ma anche degradante e discriminatoria verso metà della popolazione mondiale. Hai creato questo blog per criticare pesantemente l’amministrazione Bellomo ma non crederti migliore di lui, anzi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...