I lettori scrivono

L’attacco a Pietro Mezzi 

S. ha 22 anni e legge RADAR. Scrive: «Non ho capito l’attacco gratuito a Mezzi. Va bene l’ironia ma, se volete attaccare Mezzi, almeno fatelo seriamente con degli argomenti validi. Altrimenti sembrate non sappiate che scrivere e prendiate bersagli a caso».

È un pezzo in difesa, non un pezzo in attacco nei confronti di Mezzi. Ti riferisci a I funerali di Pietro Mezzi, testo ricco di ironia ma povero di accuse. Il testo sfida chiunque — chiunque — a confrontarsi con l’innata passione politica e con la maturità di uomo di governo propria del personaggio in questione. «Tutti e tutte noi abbiamo avuto uno screzio con lui ma c’è poco in giro alla sua altezza» ha commentato una lettrice. RADAR non ha interesse ad attaccare Mezzi. Sia il suo carisma politico sia le decisioni di governo che ha sperimentato nei suoi anni possono essere funzionali alla ricostruzione di una comunità in quest’area. Sai anche tu che l’area melegnanese è isolata, economicamente depressa; si fa spiegare dagli altri come fare, invece di mettersi a sminare le proprie energie e di organizzarsi per spenderle. Abbiamo bisogno di cominciare a crescere come comunità. Ma sta crescendo anche un pensiero secondo il quale la leadership maturata dalla sinistra radicale sia sostituibile o dannosa. Si tratta di una leadership esercitata in nome del 10.72% — 14.13%, contando le risorse civiche — degli elettori e delle elettrici melegnanesi: una minoranza, sicuramente, ma una minoranza che rischia di restare fragile se privata della legittimità di un capo. Se così fosse, RADAR è la sede in cui farne discussione. Anche in modo acceso. Ma nessuna risorsa dovrà andare persa.

Senza scordare lo spirito di RADAR: chiunque, se lo vuole e se ha interesse, è pronta o pronto a fare parte di qualcosa. Pronta e pronto così come sei adesso: con le tue singole peculiarità, che cessano di essere viste come stranezze e diventano fonti di relazione, qualità identificate e ben accettate, risorse.

Lo Staff, lunedì 2 ottobre 2017 ore 6:30
ilblogradar@gmail.com

Annunci
Standard

4 risposte a "L’attacco a Pietro Mezzi "

  1. Giuliano Curti ha detto:

    Ciao Marco, anch’io ero rimasto colpito dal tuo post; ti spiacerebbe esplicitare il tuo punto di vista (o l’oggetto del post) con maggiore semplicità e magari minor ricorso all’ironia che con questi strumenti può non essere di immediata comprensione (scusa, ho usato una perifrasi per nascondere la mia dabbenaggine che non sempre mi consente di capire bene quello che viene detto😀)

    Mi piace

    • Progetto Caucus ha detto:

      Ciao, Giuliano. Il punto di vista del post originale — quello dei Funerali — è nella sua conclusione: chiunque pensi di fare a meno del carisma del personaggio in questione si faccia avanti, ne dimostri uno uguale. Avrai sentito anche tu infatti del calo di consensi attorno al personaggio a seguito delle sue scelte elettorali, cioè le scelte di non accordarsi in nessun modo con il PD; proprio in virtù dell’appello che tu ed io firmammo entrambi riconoscerai che si tratta di un calo di consensi privo di una reale motivazione, e che semmai un sistema democratico maturo viva e si alimenti di queste differenze e di queste contrapposizioni. Insomma, niente di scandaloso se Mezzi continua a dare scandalo politico. Spero di averti risposto.

      Marco

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...