Fake News!, Satira

Melegnano (MI), fondo sovrano del Brunei acquista un’area agricola: «Sarà la moschea più grande d’Europa»

Aggiornamento. La notizia è un fake. Ha avuto lo scopo di caricare l’orologeria di una bomba satirica e di lanciarla nei gruppi locali aperti sulla piattaforma Facebook. Nessuna moschea gigantesca è prevista nel Sud Est Milano, nessun sultanato del Brunei è minimamente interessato alla cittadina sul Lambro. Il post è opera del collettivo satirico #NoiSiamoCaino che ha voluto celare la propria firma in calce all’articolo (ore 21:33).

SUD EST MILANO — Sorgerà alle porte di Milano la prima moschea d’Europa. L’area selezionata si stende lungo l’Autostrada del Sole, è un terreno su cui le amministrazioni locali del decennio hanno ipotizzato molteplici interventi. Un centro commerciale e un impianto di produzione industriale sono solo le ultime ipotesi carezzate. Ma è annuncio formale — e notizia dell’ultim’ora (vedi foto ANSA) — che il fondo sovrano del Brunei ha acquistato l’intero terreno, per donare ai musulmani la più grande moschea d’Europa.

Entrando nel sito dell’agenzia si vengono a conoscere in dettaglio i punti forti del progetto e i relativi rendering.

Oltre alla moschea si legge che verrà costruita anche una madrassa per lo studio e l’approfondimento del Corano. Già pronti i progetti della costruzione.

I numeri dell’operazione:
– la moschea potrà accogliere fino a 15mila fedeli durante la Preghiera del Venerdì;
– la Madrassa o Scuola Coranica, seconda solo a quella della Mecca, potrà ospitare oltre 5000 studenti provenienti da tutto il mondo;

– vista la grandezza del progetto la moschea diverrà luogo di pellegrinaggio per i fedeli stanziati nel continente. Si stimano 150mila visitatori l’anno. Per questo motivo è in progetto anche la costruzione di strutture di ospitalità, compresi 3 hotel a 5 stelle extra lusso;
– è prevista, in un secondo momento, la realizzazione di un eliporto privato per permettere al Sultano del Brunei di raggiungere la Moschea.

Mohamad Nahanqayin, mercoledì 10 gennaio 2018 ore 11:14
ilblogradar@gmail.com

Annunci
Standard
Satira

Anno 2051: Contrada Lunga o Contrada Alta?

VIE CASTELLINI/BASCAPÈ — Là dove sorgeva un malconcio e inutile palazzo, un rottame risalente all’epoca medioevale, oggi sorge il grattacelo più alto del mondo.

PIACE? E questa è solo LA PUNTA del nuovo grattacielo.

Un fiore all’occhiello per Melegnano. La mitologica Spernazzati Tower. Il manufatto in numeri:
— 1231 metri di altezza
— 308 piani
— 256 appartamenti
— 12 ascensori a reazione
— i primi 10 piani adibiti a uffici e terziario
— gli ultimi 20 piani adibiti a hotel extra lusso composto da 40 luxury suites
— 20 piani sotterranei adibiti a box auto.

Futurismo spericolato a Melegnano. Grazie, cara amministrazione comunale!

Cifre da Guinness dei Primati per questo progetto urbanistico unico, esclusivo, innovativo, desiderato e sospinto con forza da tutte le amministrazioni; ma fortemente contrastato dalla proprietà del fabbricato, che voleva intervenire con recuperi conservativi nel rispetto del passato storico del borgo sul Lambro.

Con gli ascensori a compressione sei in vetta in frazioni di secondo.

Ma volete mettere, cittadini di tutta la metropoli milanese? Meglio vantarsi di un palazzetto medioevale o tirarsela per il grattacielo più alto del mondo?

E voi ce l’avete la Spernazzati Tower?

#NoiSiamoCaino, mercoledì 13 dicembre 2017 ore 6:30

Standard
Satira

La zona a traffico limitato per i pedoni di Melegnano

MELEGNANO – È passato un secolo e le cose sono decisamente cambiate in meglio. Melegnano sembrava una città destinata al declino, all’oblio commerciale; invece le capacità imprenditoriali dei commercianti l’hanno trasformata nel luogo più bello del pianeta dove fare acquisti.

Lo sforzo comune dell’amministrazione comunale, delle associazioni di categoria e dei singoli commercianti ha portato ad un successo che ha dell’incredibile.

Il segreto di questo successo lo possiamo spiegare in due mosse.

La prima mossa è stata sicuramente non banale, ma di grande effetto: è stata introdotta la prima ZTpL (zona traffico pedonale limitato) una idea che ha di fatto impedito ai pedoni di passeggiare per le vie della città a piedi obbligandoli all’uso della propria automobile.

La seconda mossa è stata la vera idea vincente, l’uovo di Colombo che tutto il mondo ora guarda con invidia; e cioè quella secondo cui ogni negozio al suo interno dovesse avere dei parcheggi per le automobili dei clienti.

Oggi i clienti arrivano da tutto il pianeta per fare i loro acquisti a Melegnano a bordo delle loro vetture, che parcheggiano comodamente all’interno dei negozi; questo metodo, che possiamo comodamente chiamare #ParkingOnAndBuy, è diventato di riferimento in tutto il globo.

E Amazon sta cercando di utilizzarlo visto il calo vertiginoso dei fatturati, per evitare il rischio di bancarotta.

#NoiSiamoCaino, martedì 21 novembre 2117 ore 12:55 

Standard
Satira

La Notte senza Sindaca

E Raimondo disse: «Nicotera, alzati e commenta!».

_

La notte bianca si farà.
Un’altra?, ha commentato Caputo. È 10 giorni che non dormo.

_

Profughi a Melegnano? Per ora no; almeno finché non ci sarà un ostello per ospitarli.

_

Rodolfo Bertoli, lo sconosciuto del PD, forma la Giunta. Non trovando gli assessori, andrà a pescarli ai crocevia nominando i profughi, i migranti, gli accattoni, le lucciole, i ritardati.

_

Indignazione nel centrodestra: come abbiamo potuto perdere contro uno sconosciuto?
La domanda è come abbiate potuto vincere, conoscendovi?

_

Melegnano social. Scoperta una nuova tecnica di posting: sfiorare ripetutamente l’argomento con blandizie, incollare con la lingua testi trovati su Google, autenticarli come fossero orchidee del pensiero. È del candidato Fabrizio Villanacci. Si chiama: villanage. 

_

Vincenzo Rallo, un uomo che si candida per 10 voti ma non capisce se «l’opposizione persegue i propri interessi oppure no».

_

Villanacci s’indigna per la faccia strappata dai cartelloni elettorali di Caputo; da galantuomo, non voleva che la dama si mostrasse senza trucco.

_

Marco Rossi, un consigliere comunale che si occuperà soltanto di striscioni.

_

Raimondo: ecco un altro che continua a perdere elezioni. Ma si considera «un genio».

_

Finalmente libera, dichiara Caputo. E Melegnano pure, direi.

_

#melegnano2017 

Standard
Satira

La Sindaca della Notte

Caputo ripescata dopo la sconfitta. Sarà la candidata Sindaca della Notte.

_

Ballottaggio. Nella mattina di tutte le vittorie, il senato di Melegnano acclama Bertoli offrendogli i titoli di Divo Augusto, Zar di tutte le Russie, Santità e Condottiero del Sacro Romano Impero. Dovrà scegliere quale.

_

Il centrodestra nega lo scandalo Donnarumma e impone di chiamarlo Donnorummo.

_

Per non irritare la lobby dei parrucchieri, in segno distensivo Bertoli farà innalzare il tempio della dea Caputo.

_

Rodolfo il magnifico si insedia in comune con un balletto che fa: «Met-ti-una-ma-no-sul-men-to».

_

Centrodestra battuto dopo l’ennesimo aperitivo domenica mattina.
Questa campagna sarà ricordata come la più alcoolica di sempre.

_

Melegnano. Centrodestra rettifica lo sbaglio: avevamo scritto sindaco donna, volevamo dire: sindaco nonna.

_

Marco Rossi in difesa di Caputo contro «battute sessiste».
Non gli va giù che siano gli altri a dire ciò che pensa.

_

Marco Rossi post-ballottaggio: «Il sole non sorge più a Est». È proprio uno svasticone.

_

Anche RADAR ha votato con 4 svastiche sul simbolo della Caputo.

_

La candidata Elena Santa Maria, una donna al servizio delle donne.
Ecco chi pulirà i cocci della Caputo.

_

Militanti inferociti per una battuta satirica sulle pulizie. Ma è il centrodestra a pensarla così sulle donne. E io non sono il centrodestra.

_

Che volete? «Museo della Patata» non l’ho inventato io.
«Balena spiaggiata» nemmeno.

_

L’ha inventati il popolo!

_

#melegnano2017  

Standard
Satira

Comunali 2017: l’interesse per il coso pubblico

Melegnano, giugno 2017. A causo dei suoi forti idei politici, il centrodestro candida una sindaco. Prevale l’interesse per il Coso Pubblico.

_

Visto il gran caldo, la Caputo verrà tolta dal sarcofago soli pochi minuti prima dell’inizio del ballottaggio.

_

Preoccupazione nel centrodestra: il trucco usato da Caputo non regge il caldo. Per il confronto si dovrà rinunciare. Per il ballottaggio sarà riposta sottovuoto.

_

Il centrodestra pressa per avere la prima donna sindaco.
D’altronde, le pulizie in comune vanno fatte.

_

A Melegnano sfuma il secondo confronto pubblico. Bellomo in prima fila rompeva troppo le palle.

_

Niente confronto Bertoli–Caputo. A meno che il direttore del Cittadino la smetta di rubare le battute alla Caputo.

_

Melegnano, confronto finale in fumo; insopportabile che Ferruccio Pallavera ostenti la stessa età, gli stessi capelli della Caputo.

_

Melegnano: niente confronto in pubblico a teatro. La campagna elettorale va fatta nell’ombra.

_

Melegnano. Con le nuove telecamere installate vi sarà maggior controllo. Ma solo fuori dal comune.

Marco Rossi di Fratelli d’Italia paventa un’invasione di profughi a Melegnano. No; la mamma non ti dà all’uomo nero; è una filastrocca.

_

Marco Rossi, un ragazzo che in questa campagna elettorale ha avuto ruoli fondamentali:
Autista per Raimondo
Regista per Raimondo
Caputo’s Badante/Toyboy.

_

Il centrodestra inserisce come punto del programma la movida melegnanese.
Niente, senza alcool le idee non vengono proprio. 

_

Comunali 2017: Vito Bellomo sfoggia una nuova foto su Facebook.
Mostra una freccia che sta aggiustando il bersaglio.

_

 

#melegnano2017 

Standard
Satira

Elezioni 2017: istruzioni per la masturbazione

Prosegue il silenzio elettorale dopo il voto di domenica 11 giugno. Tutto grasso che cola per il centrodestra.

_

Aspettiamo con ansia il nuovo video di Raimondo.
Dove spiegherà la differenza tra l’estate e l’inverno.

_

Ballottaggio a Melegnano. La società civile preme per fare consigliere emerito Claudio Piloni, premio UNESCO per la pace.

_

I tagli del governo di centrodestra sono stati così tanti, che hanno colpito anche la candidata Caputo. Una volta si chiamava Raffaella. 

_

Caputo: «Il centrodestra, in questi anni, ha risolto molti dei problemi della città».
Tranne uno: il centrodestra al governo della città.

_

Caputo: «Portiamo avanti il lavoro di questi anni». Ha già un programma strutturato: 4 anni e mezzo di promesse; 5 mesi di campagna elettorale; 1 mese di lavori!

_

Non erano sicuri d’aver fatto abbastanza ridere in queste elezioni. Per sicurezza hanno ingaggiato un comico.

_

Pernottare all’ostello costerà €1,20 a notte. Se Società Autostrade non aumenta i prezzi, dichiara Raimondo.

_

Fratelli d’Italia prende l’8,3%. Malgrado i video di Raimondo.

_

Fratelli d’Italia: a Melegnano l’8%. A prezzi ridicoli.

_

Grandi promesse, gazebo in ogni punto della città, aperitivi, spettacoli comici ma, alla fine, quella che porta a casa il risultato è sempre la stessa.
La Patata!

_

La San Carlo potrebbe tornare a Melegnano grazie alla signora Caputo.
Per l’occasione metteranno in commercio un nuovo tipo di patata. La stagionata!

_

O la Caputo vince, o la Vagina Cosmica risucchierà indietro tutta la loro campagna elettorale.

_

Il centrodestra ha sempre negato che ci siano infiltrazioni mafiose a Melegnano. Sarà ma tutto questo asfalto versato non mi lascia tranquillo.

_

Il centrodestra ha risolto tutti i problemi di Melegnano. Buttandoci sopra tonnellate d’asfalto.

_

#melegnano2017 

 

Standard