Il nostro corrispondente politico

L’area cani in Giardino, +60% di atti vandalici nel 2015, il Prefetto, l’anticorruzione

AULA CONSILIARE – Rendiconto finanziario approvato con i soli 10 voti della maggioranza: contrarie le opposizioni con sdegno. Sì ufficiale alla nuova area cani di Melegnano, da realizzare nel quartiere Giardino. Infine la minoranza presenta una mozione anticorruzione: distribuire ai dipendenti comunali un questionario anonimo per la trasparenza in materia di anticorruzione. Con la partecipazione straordinaria dell’assessore Raimondo.

È Dario Ninfo consigliere di minoranza a presentare una mozione per approvare la nuova area cani nel rione Giardino, che nasce da un’idea dei semplici residenti del quartiere: «Il Giardino è il quartiere più popoloso di Melegnano, manca di uno spazio come questo. Già due anni fa ipotizzavo questa proposta». Il voto è il sì all’unanimità: «Sono 1339 i proprietari di cani a Melegnano» afferma l’assessore Lorenzo Pontiggia delegato ai lavori pubblici solitamente attento alle emergenze dei residenti, «ho incontrato personalmente il gruppo dei cittadini promotori per capire dove allocarla».

Impreparati sulla sicurezza: tiene banco con irruenza la discussione sul numero dei furti, delle rapine, dei maltrattamenti avvenuti a Melegnano dal 2013 al 2015. È frutto di una mozione congiunta delle tre minoranze PD, SEL, Insieme Cambiamo. È il consigliere di minoranza Alberto Corbellini a rivolgersi al sindaco Bellomo e all’assessore Raimondo; ma i vertici dell’amministrazione comunale non hanno dati concreti. «14 furti e 11 atti vandalici nel 2014. 15 furti e 28 atti vandalici nel 2015. Così dicono le denunce depositate alla Polizia locale» dichiara il sindaco, dichiarando che il vandalismo è quindi esploso del 60% in un anno. «E i Carabinieri?» gli chiede Corbellini.
«I Carabinieri non condividono i dati» ribattono Bellomo e Raimondo.
«E la Prefettura?».
«Il prefetto di Milano, non ci comunica i dati» è l’incerta risposta di Bellomo e Raimondo, «il prefetto ci invia delle relazioni… annuali?» si chiedono l’un l’altro.
«Come intende procedere, assessore? Se le interessa il numero di furti a Melegnano».
«Più che a me dovrebbero interessare ai Carabinieri» fa Raimondo.
«L’invito, assessore Raimondo, è di chiedere questi dati al Prefetto» conclude Corbellini.

L’assessore Fabio Raimondo, delegato alla sicurezza e polizia locale, risponde su telecamere e sorveglianza. Il comune di Melegnano aveva l’occasione di aderire a un bando regionale per gli impianti di videosorveglianza, ma non ha aderito: «Per ragioni di tempistica non è stato possibile valutare l’adesione al bando» ha dichiarato Raimondo leggendo ad alta voce una risposta scritta dal comandante della polizia locale, Davide Volpato; «l’adesione avrebbe comportato l’individuazione di apposite risorse, l’assegnazione di incarico a un professionista; e poi su 1528 comuni solo 82 hanno ricevuto i finanziamenti, è solo il 6%, per questo non è stato possibile» è la fumosa conclusione di Raimondo. Che resta in attesa qualcuno che gli dica: sei un disastro. «Uno sconfortante burocratese» chiude la minoranza.

Corbellini e il consigliere Davide Possenti hanno presentato anche un’interrogazione sulla regolarità delle slot machines distribuite nei negozi, un’interpellanza sui finanziamenti per ristrutturare l’edilizia scolastica, a cui il comune non ha partecipato.

Notizie positive sul fronte trasporti: nuove linee in arrivo per gli utenti della stazione. Ma lo sapete già.

Marco Maccari, martedì 17 maggio 2016 ore 13:19

mamacra@gmail.com

Annunci
Standard
Cronaca

Giardino, va in valutazione la nuova area cani

QUARTIERE GIARDINO – Un incontro con l’Assessorato all’Urbanistica il 28 aprile ha valutato la fattibilità della nuova area di sgambamento per cani, proposta da un gruppo di residenti volenterosi disponibili a seguire le norme di igiene e ad occuparsi della manutenzione ordinaria del verde.

Per istituire una nuova area saranno effettuati: 1) un controllo all’anagrafe canina, 2) una valutazione dei costi preventivi per l’istituzione dell’area e per la sistemazione di quelle esistenti.

La collocazione non è ancora decisa: via delle Margherite o via dei Tigli.

La risposta non arriverà a breve termine; la soddisfazione è che non è stata negata la possibilità di una nuova area cani.

In evidenza, foto di un comune limitrofo in cui un’area attrezzata è stata messa a disposizione degli animali.

Marco Maccari, lunedì 9 maggio 2016 ore 6:30 

mamacra@gmail.com

Standard
Cronaca

Al 95% è sì, un’area cani in via delle Margherite

Screenshots_2016-04-06-13-50-06GIARDINI GIOVANNI PAOLO II – I lettori di RADAR hanno votato: il 95% delle risposte è favorevole all’allestimento di un’area cani nei Giardini di Melegnano dedicati a Giovanni Paolo II. Il fronte dei favorevoli è composto da 40 persone. Il 5% di pareri negativi è composto da 2 votanti.

La richiesta di costituire un’area cani proviene da un gruppo di cittadini residenti in quartiere Giardino. La proposta (rivolta a sindaco e assessore ai lavori pubblici e regolarmente presentata agli uffici del comune) parla di recintare una piccola porzione di terreno, in particolare «l’ultima parte di appezzamento di terreno d’angolo destro, visto da via delle Margherite che si affaccia su via Giangiacomo Medici, come area sgambamento cani». Il virgolettato è tratto dalla lettera scritta e spedita di residenti, che si dichiarano disponibili a fare tutto a proprie spese e «seguendo le direttive del comune e le norme d’igiene in vigore».

Lo Staff, giovedì 7 aprile 2016 ore 15:55

radarmelegnano@gmail.com

Standard
Sondaggio

Vuoi l’area cani a costo zero in via delle Margherite?

huellasVIA DELLE MARGHERITE, QUARTIERE GIARDINO – Un argomento recente di grande discussione è la possibilità di creare un’area cani presso i giardini Giovanni Paolo II.

Alcuni cittadini hanno scritto all’assessore Pontiggia e al Sindaco chiedendo espressamente che l’area cani venga costruita in una specifica parte di quella zona. Addirittura si sono offerti di costruirla a proprie spese seguendo le direttive comunali.

Ecco cosa ha scritto il gruppo di residenti ai rappresentanti pubblici:

«Sottoponiamo la richiesta da parte nostra e di altri cittadini, possessori di cani, residenti nel quartiere Giardino.
In breve, si tratta di poter usufruire dell’ultima parte di appezzamento di terreno ad angolo destro, visto da via delle Margherite che si affaccia su via Giangiacomo Medici (giardini Papa Giovanni Paolo II), come area sgambamento cani.
Siamo disposti, con autorizzazione comunale e nel rispetto della normativa vigente, a porre una recinzione a nostre spese, su vostre indicazioni (ampiezza, altezza, chiusura) rispettando le norme di igiene».

Lo Staff, venerdì 1 aprile 2016 ore 12:03

radarmelegnano@gmail.com

Notizia e sondaggio a cura di Michelina Salandra

Standard
Cronaca

Ma niente modelle nude?

VIA SAN FRANCESCO – La forma di scultura che vedete è spuntata in un angolo dello spazio verde vicino all’area cani, quartiere Pertini. È composta con rami. Gli abitanti ne parlano, si interrogano sul senso di questa forma.

Venerdì 29 maggio 2015 ore 11:28

radarmelegnano@gmail.com

received_875168485891305

Standard
Cronaca

Area cani, 4 panchine per 50 metri quadri

VIA PASOLINI –  Un’area cani di modeste dimensioni. Ma questo non giustifica il fatto che sia tenuta così. Le recinzioni sono troppo basse, i cani le saltano facilmente. Ci sono buchi nella rete, il legno è marcio e rotto, rischia di infilzare l’animale. Ci sono quattro panchine, che non servono. Ne basta una. Saranno circa 50 metri quadri.

Michelina Salandra, mercoledì 20 maggio 2015 ore 16:52

Standard