Cronaca

Melegnano, in arrivo la Costituzione degli Animali

BROLETTO, PIAZZA RISORGIMENTO — «Tutelare gli animali è un valore etico irrinunciabile. Può diventare obbligo di legge». Con queste parole viene votata la preparazione di un regolamento comunale per tutelare gli animali da compagnia, cani, gatti, uccelli, rettili e tutte le specie che compongono la fauna urbana stanziale e transitoria.

Il regolamento sarà scritto a cura del Partito Democratico, che in consiglio comunale ha la maggioranza.

Fa testo il modello scritto nel 2013 dall’associazione nazionale dei comuni italiani: «Gli animali non sono più possedimenti umani» scrive Monica Vajna De Pava, consigliera comunale che ha presentato la proposta. «Sono finalmente riconosciuti come esseri senzienti. L’amministrazione comunale deve perciò attivarsi a regolamentare la custodia, il controllo della riproduzione, il controllo delle aggressioni; a fare osservare i divieti come quello di legare gli animali alla catena, di lasciarli soli, di usare collari a strozzo, venderli a minorenni, di detenerli se si sono riportate condanne per maltrattamenti o uccisioni, di abbandonarli, di utilizzarli per l’accattonaggio, di offrirli come omaggio o premi.

«Il regolamento definisce l’iter da compiere qualora un detentore, per seri e comprovati motivi, non sia più in grado di tenere l’animale. Anche per gli altri animali da compagnia — roditori, lagomorfi, pesci, uccelli, rettili — vengono definiti dei parametri minimi le misure dei ricoveri (gabbie o vasche) per garantire il loro benessere. Queste norme servono innanzitutto per tutelare gli animali, e garantire loro un’esistenza compatibile con le loro caratteristiche biologiche ed etologiche, per prevenire il fenomeno del randagismo e per garantire l’armonica convivenza con i cittadini».

È prevista la possibilità di riconoscere un garante degli animali.

Domenica 15 aprile ore 9:00
mamacra@gmail.com

Annunci
Standard
Cronaca

Al 95% è sì, un’area cani in via delle Margherite

Screenshots_2016-04-06-13-50-06GIARDINI GIOVANNI PAOLO II – I lettori di RADAR hanno votato: il 95% delle risposte è favorevole all’allestimento di un’area cani nei Giardini di Melegnano dedicati a Giovanni Paolo II. Il fronte dei favorevoli è composto da 40 persone. Il 5% di pareri negativi è composto da 2 votanti.

La richiesta di costituire un’area cani proviene da un gruppo di cittadini residenti in quartiere Giardino. La proposta (rivolta a sindaco e assessore ai lavori pubblici e regolarmente presentata agli uffici del comune) parla di recintare una piccola porzione di terreno, in particolare «l’ultima parte di appezzamento di terreno d’angolo destro, visto da via delle Margherite che si affaccia su via Giangiacomo Medici, come area sgambamento cani». Il virgolettato è tratto dalla lettera scritta e spedita di residenti, che si dichiarano disponibili a fare tutto a proprie spese e «seguendo le direttive del comune e le norme d’igiene in vigore».

Lo Staff, giovedì 7 aprile 2016 ore 15:55

radarmelegnano@gmail.com

Standard
Cronaca

Ciclopedonale sul Lambro: vetri rotti, attenti alle zampe

PISTA CICLABILE, BORGO/DEZZA – Vetri rotti lungo la ciclabile che porta verso via Dezza. Massima attenzione a chi accompagna animali.

Venerdì 5 giugno 2015, ore 10:25

radarmelegnano@gmail.com

Standard
Il caso

Un anno di immondizia sotto i tuoi balconi (e schegge di vetro per il cane)

BROGGI IZAR – Sono minuscoli frammenti di vetro, disseminati all’imbocco della strada: per l’occhio del passante no, ma per un cane che passeggia al guinzaglio sono un pericolo. Due i melegnanesi a dare l’allarme: M., abitante in Broggi, e V., residente in Borgo sull’altra riva. Il luogo è uno per entrambi, la via ciclopedonale che affianca le arcate sul Lambro (immagine in alto: nella foto grande, a sinistra, i puntini illuminati corrispondono alle schegge).

«Sono solita passare con il mio cane e più di una volta si è tagliato – informa M. – Il sabato sera in quel punto ci sono ragazzi che fanno bivacco, la domenica mattina trovi di tutto, scatole di pizza, bottiglie di vetro rotte. Una strada che fanno anche le mamme che portano i bambini alla scuola materna in Borgo, davanti Casa Scout. Qui la gente comincia a essere troppo incivile». «Non era la prima volta che vedevo quello spettacolo – osserva V., 24enne, autore di una foto postata mercoledì 10 dicembre sui social network e assai discussa dai melegnanesi. – Pensavo che la cosa fosse temporanea. Ma prima di mercoledì non c’era tutto quel vetro. Oltre a quei sacchi, ancora lì da quando si è allagato tutto per il Lambro».

Sta funestando il quartiere Broggi anche un caso di abbandono di rifiuti (clic sulla foto in basso) gettati in alto dalla pedonale di via Medici sotto il boschetto che scende fino ai balconi del condominio. «Alcuni di quei rifiuti si trovano lì da almeno un anno. Venerdì mattina ho fotografato tre sacchetti di immondizia (con segnalazione su Facebook) abbandonati lungo la ciclabile, davanti al parcheggio; sono spariti in giornata. Non so se si sia attivata MEA o chi, ma sarebbe ora che MEA pensasse a questa situazione, cosa la paghiamo a fare? Alcune mattine ho potuto vedere, passeggiando con il cane, il camioncino di MEA parcheggiato qui, e dentro che dormivano» conclude M., residente.

Sabato 13 dicembre 2014, ore 10:33 (Si ringrazia Marco Maccari)

collage_20141212194502446

Standard