Cronaca

Furgoncino bianco, non fatevi intimidire: è una bufala

furgoncino_bianco_milano_novembre_2016MELEGNANO, SAN GIULIANO MILANESE, SAN ZENONE AL LAMBRO – Avete ricevuto il messaggio via WhatsApp, o aprendo Facebook? Tranquillizzatevi. La notizia del furgoncino bianco, appostato fuori dalle scuole o negli angoli delle vie per catturare minori e per rapirli, è un falso.

Il comando dei carabinieri di Pavia ha diffuso la prima smentita informando il sindaco di Zerbo, un comune del pavese. Ma una veloce ricerca su Google è sufficiente per chiarirsi le idee: la notizia del furgoncino bianco è priva di fondamento. È un vecchio imbroglio smascherato nel 2012.

Leggi la notizia per intero mercoledì 23 novembre su 7giorni, nella pagina dedicata alla cronaca di RADAR. Prendi la tua copia gratis nelle edicole e nei negozi di vicinato, a Melegnano o in qualsiasi comune del Sud Milano.

Marco Maccari, lunedì 21 novembre 2016 ore 18:00 

mamacra@gmail.com

Annunci
Standard
Cronaca

Controlli, fugge a piedi fino alla Binasca

MELEGNANO/VIA REPUBBLICA – Verso mezzogiorno, in zona viale della Repubblica, sono intervenute due volanti dei carabinieri di Melegnano. Dopo aver fermato un camion per un controllo uno dei passeggeri del mezzo ha tentato la fuga a piedi, ma è stato prontamente fermato dalle forze dell’ordine all’altezza della strada provinciale Melegnano-Binasco. L’uomo è stato poi condotto alla caserma di Melegnano.

Mentre una volante portava l’uomo in caserma, due carabinieri erano sul camion a perquisirlo.

Martina Papetti, giovedì 22 ottobre 2015 ore 13:14

martina_papetti@libero.it

Standard
Cronaca

La 13ma cantina. Rubata una bici di 4 giorni

VIA BROGGI IZAR – Cantine forzate in Broggi nella via principale, al civico 11, con furto di due biciclette. Ne parla Massimo, abitante: «Descrivo l’accaduto. Intorno alle ore 21:00 mi citofona un vicino, chiedendomi se avevo qualcosa di valore nella cantina. Gli rispondo sì, una mia bici simil corsa e una bicicletta nuova, di appena 4 giorni, di mia moglie. Scendo per vedere l’accaduto e trovo le porte forzate.

«Mi reco intorno alle 21:40 dai Carabinieri per la denuncia con un vicino. Ma quest’ultimi rispondono di tornare domani in mattinata: riceviamo solo per urgenze».

I titolari delle bici rubate denunceranno senz’altro il furto domani, dopo l’orario di lavoro.

Marco Maccari, lunedì 28 settembre 2015 ore 22:58

mamacra@gmail.com
@mamacra

Standard
Cronaca

Melegnano, preso il ladro

VIA SAN FRANCESCO – Carabinieri a ingresso città dalla via di Pedriano, ore 14:30: tre auto del 112 ferme davanti all’area giostre. «Hanno inseguito e preso tre ladri – informano i residenti. – Sono venuti a parlare, ci hanno detto: “Li abbiamo presi”». Nella foto l’auto rimasta al termine delle operazioni; un residente ha offerto acqua ai carabinieri.

Marco Maccari, mercoledì 1 luglio 2015 ore 15:16

mamacra@gmail.Com

@mamacra

Standard
Cronaca

«Sembrava che stessero picchiando una donna»

53097040_B

Ultim’ora, 12:15 – Arriva l’informazione che l’autoambulanza stesse svolgendo una procedura di trattamento sanitario obbligatorio. La donna attualmente sta combattendo una seria forma di dipendenza.

VIA BROGGI IZAR – Rimangono ancora infondate le motivazioni che hanno spinto l’ambulanza lunedì, ore 18 circa, a portare via una residente del quartiere Broggi Izar. Da diverse supposizioni si è capito che la donna non aveva un comportamento secondo la norma. Ambulanza e carabinieri sono arrivati a sirene spente.

«Onestamente pensavamo che stessero picchiando una donna» commentano i residenti ricostruendo i fatti di lunedì pomeriggio. Tutto il vicinato è rimasto impressionato dalle grida della donna, sorte all’improvviso: «Sentiamo delle grida disperate di aiuto che sembravano provenire dalla strada. Una volta scesi, scopriamo che le urla di aiuto erano dovute al fatto che la stavano portando via contro la sua volontà».

La donna vive da sola. Chi l’ha incontrata quella mattina aveva già notato qualcosa di strano. Alcuni condomini dicono che la donna urlava perché portata via contro la sua volontà; molti hanno sentito gridare e sono scesi in strada per prestare soccorso e hanno trovato già sul posto le forze dell’ordine e l’ambulanza. Si è vociferato parecchio sui social ma il fatto è che non si sa ancora quale sia il reale motivo del «ricovero».

Mercoledì 27 maggio 2015, ore 9:20

radarmelegnano@gmail.com

Standard
Satira

Bellomo su Facebook e il rituale massonico della buca

Melegnano. Eliminano una buca tra i pianti straziati di moglie, figli, vicini e concubine.

_

La famosa buca di Melegnano: qui è quando avevano testé consegnato 100 euro a un figurino per impersonare la buca.

_

«Cucù» pensa quello in mezzo, imitando un trasandato che emerge da una buca.

_

Poi hanno testato il tutto lanciando automobiline.

_

Buca a Melegnano. Potete notare quello a sinistra che afferra il mazzapicchio. Lo darà sul piede a uno dei tre, che stanno allineando i pollicioni. Poi lo darà sui coglioni a tutti.

_

Melegnano. Con un telefonata su una brutta buca i Carabinieri interrompono una riunione di maggioranza per dire ch…

Scusate, telefonata. I Carabinieri non interrompono proprio un bel niente.

_

Alle ore 23.50 circa, simulazione pubblica di com’è gestita la città: Giunta in piedi, il consiglio comunale suuuuuca.

_

Melegnano: foto di gruppo sulla X del malloppo.

_

I quattro intendono seppellire una tangente.

_

Carabinieri in strada scoprono una buca. La mafia gliel’aveva detto di sparire per un po’.

_

La massoneria scava di notte.

_

Buca riparata dalla Giunta melegnanese. L’assessore Raimondo: «Trovatemi un Comune dove chi governa fa così!». Per esempio Tribiano, con Lucente.

_

Foto alla buca, l’assessore in pausa social: «Trovatemi un Comune così». Anche a Pantigliate, falciata l’erba, fanno pause. 

_

L’assessore Raimondo: «Trovatemi un Comune dove chi governa fa così». Un lecchino prontamente ha risposto.

_

«Chi governa fa così». Tradotto: dare la colpa ad altro, poi pensare di risolvere i problemi con le foto.

_

Melegnano, carabiniere chiama, la buca si richiude; l’assessore: «Dove lo trovate un Comune così?».

Ma a Melegnano, assessore.

_

Insomma, fare foto alle buche non sarà più un insulto contro RADAR, ma contro l’assessore Raimondo.

_

Quindi, a Melegnano, se sei un corpo armato la giunta eletta ti risponde più facilmente.

_

Ricorda: chiamare il 112 di notte, nel periodo in cui il sole è alto nel Toro e in una data che hanno scelto per riunirsi. E funziona!

_

Caso buca riparata. CHE, CI SONO I SOLDI?

_

Melegnano, foto su Facebook.

Il Sindaco appiattisce con cura una cacca.

_

Melegnano, foto su Facebook.

Scavare la fossa a un Sindaco.

_

#ammazzalebuche

Standard
I lettori scrivono

«Polizia locale? Anche i carabinieri ne hanno le scatole piene»

«Non mi è piaciuta la risposta dell’assessore Raimondo che chiede di lasciare stare chi lavora – scrive Giancarlo, melegnanese, in uno sfogo. – Un cittadino non può criticare o essere scontento della polizia locale? Ma è tempo perso. Sottolineo, non ho nulla di personale contro di lui, ma si fida troppo dei numeri. Lo sa cosa rispondono i Vigili, nei festivi? “Abbiamo solo una pattuglia. Poi veniamo”. Vada a farsi un giro a Lodi, a vedere come dovrebbero lavorare.
Non discuto la sua serietà, passione, impegno, ma è risaputo a Melegnano, dai vecchi melegnanesi come me, che la polizia locale non funziona. Una volta ho dovuto interpellare i carabinieri per una sosta vietata. Meno male che sono intervenuti subito e che mi hanno detto di chiamarli se succede ancora.
Anche i carabinieri ne hanno le scatole piene che la Polizia locale non brilli di efficienza. Uso questo termine ma le espressioni erano più colorite. Uno storico vigile urbano, ormai deceduto, girava, arrestava ladri, segnalava anche tentate costruzioni abusive. Ho una certa nostalgia del passato. Ho i miei anni e mi guardo spesso indietro, ma non vedo una soluzione. Non vedo figure politiche, parlo di persone ovviamente, in grado di risolvere i problemi. Non bastano l’impegno, la volontà: serve anche la capacità.
Le solite risposte “mancano i soldi” mi hanno stufato. Strade sporche, segnaletica poco leggibile, buche nell’asfalto. Marciapiedi: un disastro. Soste selvagge, poca illuminazione pubblica, palestre scolastiche fatiscenti. Eppure il sindaco Bellomo e la su banda sfoggiano ottimismo, numeri, opere nelle quali il Comune non c’entra nulla. Sono pessimista, ma cerco di sforzarmi di vedere qualcosa di positivo. Eppure non vedo nulla».

Martedì 17 febbraio 2015, ore 6:30

Standard