CULTO DELLA CITTÀ

Melegnano 2018, il «palazzo di cristallo» è il rinascimento di pochi

TEMO DI DOVERMI ARRENDERE all’evidenza: la mia concezione di trasparenza e di informazione è antitetica rispetto a quella dell’amministrazione comunale in carica. Sapevo che era opposta a quella dell’amministrazione precedente, solo che lì il contrasto era conclamato, evidente anche ai bambini; si fondava su concezioni politico-ideali opposte. Ma in questo caso la situazione è strana, anomala.

Il concept di «palazzo di cristallo» o casa di vetro — da intendere come idea di trasparenza amministrativa — è stata la maggiore promessa contenuta nel programma di rilancio della città, sottoscritto dall’attuale maggioranza nel 2017, sotto elezioni.

L’amministrazione di Rodolfo Bertoli ha promesso il rinascimento, un’evoluzione/rivoluzione rispetto a quel precedente medioevo fatto di opacità e oscurantismo; il rinascimento, al contrario, mette a fondamento la circolazione delle idee, delle arti, dei modi di fare.
Ho creduto in questa aspirazione al nuovo aderendo al progetto, senza eccessivi distinguo, tanta era la necessità della città di uscire da un periodo buio; ho anche contribuito nel mio piccolo a quel cambiamento amministrativo. Dopo ormai diversi mesi non registro alcuna novità:

  • nessun coinvolgimento della cittadinanza nella discussione degli indirizzi amministrativi;
  • nessuna informazione sui problemi, inevitabili, incontrati nel percorso e ancora minor sondaggio presso l’opinione pubblica sulle vie di uscita;

Insomma i cittadini è meglio siano tenuti all’oscuro, lontani dalle stanze comunali, perché più sanno più rompono i coglioni; quindi meglio limitare le locuzioni come “trasparenza” e “palazzo di cristallo” ai soli programmi (si fa per dire) elettorali, perché nella fase operativa quegli slogan diventano impedimenti.

Non posso nemmeno escludere del tutto l’ipotesi che in realtà siamo di fronte a concezioni dell’informazione e della trasparenza ideologicamente diverse ed allora forse è meglio mettere in campo, ciascuno per proprio conto, la propria rispettiva idea, e lasciare agli altri di vedere e valutare.

Giuliano Curti, cittadino melegnanese
Giovedì 13 settembre, ore 20:00

Annunci
Standard