Satira

La zona a traffico limitato per i pedoni di Melegnano

MELEGNANO – È passato un secolo e le cose sono decisamente cambiate in meglio. Melegnano sembrava una città destinata al declino, all’oblio commerciale; invece le capacità imprenditoriali dei commercianti l’hanno trasformata nel luogo più bello del pianeta dove fare acquisti.

Lo sforzo comune dell’amministrazione comunale, delle associazioni di categoria e dei singoli commercianti ha portato ad un successo che ha dell’incredibile.

Il segreto di questo successo lo possiamo spiegare in due mosse.

La prima mossa è stata sicuramente non banale, ma di grande effetto: è stata introdotta la prima ZTpL (zona traffico pedonale limitato) una idea che ha di fatto impedito ai pedoni di passeggiare per le vie della città a piedi obbligandoli all’uso della propria automobile.

La seconda mossa è stata la vera idea vincente, l’uovo di Colombo che tutto il mondo ora guarda con invidia; e cioè quella secondo cui ogni negozio al suo interno dovesse avere dei parcheggi per le automobili dei clienti.

Oggi i clienti arrivano da tutto il pianeta per fare i loro acquisti a Melegnano a bordo delle loro vetture, che parcheggiano comodamente all’interno dei negozi; questo metodo, che possiamo comodamente chiamare #ParkingOnAndBuy, è diventato di riferimento in tutto il globo.

E Amazon sta cercando di utilizzarlo visto il calo vertiginoso dei fatturati, per evitare il rischio di bancarotta.

#NoiSiamoCaino, martedì 21 novembre 2117 ore 12:55 

Annunci
Standard
Cronaca

Via Frassi: «Ritengo più sicuro camminare sulla carreggiata»

bmVIA GIACOMO FRASSI – F. T. è una professionista che risiede nel piacentino, ha 31 anni, frequenta Melegnano da un anno. «È spiacevole dover iniziare la settimana con una caduta per ragioni di incuria» racconta a RADAR. «Erano le 7 del mattino di lunedì 14, stavo percorrendo via Frassi, è una strada che percorro da circa un anno. Il marciapiedi è incredibilmente pieno di buche. Camminando al buio non si riesce a vederle tutte; chi cammina su un marciapiede non pensa di dover fare attenzione ad ogni buca, ogni passo. Purtroppo sono caduta. Sono dovuta tornare a casa per mettermi del ghiaccio, buttare i pantaloni (ero impresentabile) e arrivare al lavoro perdendo un’ora e mezza, con un ginocchio indolenzito».

«Una bruttissima caduta, la fortuna è che avevo i guanti» sdrammatizza F. «È stata una caduta quasi da candid camera, o da parata alla Buffon. Per adesso ho ritenuto di limitarmi a spedire una segnalazione al comune di Melegnano e alle fonti di informazione locale. Se succederà una seconda volta pretenderò di essere risarcita diversamente; la cosa che mi dispiacerebbe è che, in quel caso, pagherebbero i cittadini».

«In un anno mi era già successo di inciampare su quel marciapiede» conclude. «Dico anche questo: in alcuni tratti, ritengo più sicuro percorrere quella strada sulla carreggiata. Soprattutto nelle prime ore del mattino quando d’inverno non si vede nulla sul marciapiede».

Marco Maccari, mercoledì 16 dicembre 2015 ore 11:56

mamacra@gmail.com
@mamacra

Standard
Cronaca

Via Corridoni, campando al buio senza sapere dove mettere i piedi

received_399529230229616VIA CORRIDONI – Oggi abbiamo voluto accogliere le lamentele di alcuni residenti di via Corridoni, la via al cui estremo si trova la Scuola Primaria di via Cadorna. Dal mese di agosto questa zona di Melegnano, alla sera, si trova al buio in quanto sprovvista di lampioni funzionanti. La via in questione è tranquilla e abbastanza isolata per chi si ritrova a dover rincasare tardi, soprattutto nel periodo invernale. Purtroppo questo è solo uno degli esempi di cattiva illuminazione che, in realtà, colpisce varie parti della nostra città.

«Il fatto che questa via sia così buia crea parecchi disagi – ci ha detto una residente – i marciapiedi non sono in buone condizioni e camminando qui di sera, o di mattina molto presto, non si riesce a vedere dove si mettono i piedi; ciò è rischioso soprattutto per anziani e bambini. Per i ragazzi giovani, invece, il problema è la paura di muoversi da soli in una zona totalmente priva di illuminazione, e così isolata in certi orari».

Martina Papetti, sabato 14 novembre 2015 ore 15:09

martina_papetti@libero.it

Standard
Cronaca

Buco solitario cerca compagnia

VIA SOLFERINO – È davanti a un cancello d’ingresso. È piccolo, è solo; procurategli qualche amico (o qualche amante).

Lo Staff, martedì 29 settembre 2015 ore 11:22

Invia le tue irriguardose segnalazioni a radarmelegnano@gmail.com

Standard
Cronaca

Crac… E mo so’ caz

VIA TRENTO E TRIESTE – Strettissima, trafficatissima, pericolosissima. Il senso unico che connette le vie dominanti di Melegnano con il suo vecchio centro storico – Bass i Munegh – ha un palo per la protezione pedonale giù da giovedì. Lo potete impiegare come ariete, se vi scappa una fantasia di sfondare negozi. Attenti però a non uccidere voi stessi incespicando nel perno che lo saldava all’asfalto. Il centro storico merita morti più gloriose che crepare per un piolo.

Lo Staff, lunedì 28 settembre 2015 ore 9:55

Invia le tue beffarde segnalazioni a: radarmelegnano@gmail.com

Standard
Cronaca

Quartiere Giardino, in pianta stabile ecco i cateteri

GIARDINO – Ore 21 di ieri, lunedì 13, via Medici angolo via Bozzini. Durante la passeggiata serale, ecco un altro catetere per i melegnanesi.

Michelina Salandra, martedì 14 luglio 2015 ore 9:28

michelinasalandra@libero.It

@misal80

Standard
Cronaca

Neve alle 8:00, vado a scuola con in mano la saliera

FOTONOTIZIA – Questo è ciò che i pedoni si sono trovati ad affrontare stamattina alle otto, l’ora di punta per andare a scuola. Ed è ancora così. Almeno le ciclabili, i marciapiedi e le scale potevano farli spalare per dare un minimo di servizio a chi va a piedi.

Michelina Salandra, venerdì 6 febbraio 2015 ore 10:06

Standard