Cronaca

Salvare la rocca, salvare la faccia: Rocca Brivio resta pubblica

Rocca BrivioMELEGNANO – Nessuno spazio ai privati: il comune di Melegnano resterà, insieme ai comuni di San Giuliano e San Donato Milanese, proprietario di Rocca Brivio. La notizia è del 24 novembre; parla Lorenzo Pontiggia, assessore melegnanese ai lavori pubblici: «In termini di liquidità, lo sforzo che Melegnano deve compiere è di 31 mila euro» dichiara.

«Bisogna trovare i soldi e tirarli fuori. Il ragionamento su come usare la Rocca sarà un ragionamento successivo. In questo momento per il comune di Melegnano è importante salvare Rocca Brivio».

Leggi la notizia per intero mercoledì 30 novembre su 7giorni, il settimanale gratuito del Sud Est Milano: a pagina 4 trovi tre notizie scritte da RADAR.

Marco Maccari, sabato 26 novembre 2016 ore 17:46
mamacra@gmail.com

Annunci
Standard
Cronaca

A te affido i desideri, o dea delle acque

ROCCA BRIVIO – La comunità thailandese lombarda festeggia il Loi Krathong, la festa della fine del raccolto. «Per l’augurio di un anno migliore – commenta Furio, 45 anni, abitante nel sud est milanese e con famiglia italo-thailandese. – È un popolo fiero, la Thailandia, orgoglioso di non avere mai conosciuto colonizzazione». 800 persone entrare a ingresso libero, banchetti per l’acquisto di beni e prodotti tradizionali (dal cibo ai letti e cuscini thailandesi), e l’esclusiva cornice di Rocca Brivio in San Giuliano Milanese hanno visto snodarsi una festa che, dalle 10 alle 17 di domenica 15 novembre, ha intrattenuto ospiti di diverse città lombarde e italiane, come Pavia, Varese, Bergamo, Bologna, Sorrento.

Il krathong è una composizione galleggiante ottenuta dall’intreccio di foglie di banano e fiori, con un lume di candela acceso al centro. Da 800 anni il popolo thailandese celebra questa festa di luci, in origine in ringraziamento alla dea delle acque Phra Makhongkha, successivamente in onore del Buddha. «Ringraziamo i fiumi e le acque dei canali per il raccolto – spiega Lin, attiva partecipante della direzione organizzativa, curata dall’associazione Sawasdee. – La festa del Krathong è celebrata anche dai giovani innamorati, che depositano i loro galleggianti sulla superficie delle acque esprimendo un desiderio. Se i galleggianti scorrono insieme per un lungo tratto, per la giovane coppia sarà segno di desiderio esaudito». I monaci buddhisti hanno inaugurato la mattinata con una celebrazione, proseguita con le dimostrazioni di arte marziale con spade e bastoni e sulla sfilata di Miss Loi Krathong.

Marco Maccari, lunedì 16 novembre 2015 ore 11:28

mamacra@gmail.com
@mamacra

pixlr

Standard
I lettori scrivono

Show must go on, dicevano a Rocca Brivio

Montorfano-RADAR-23feb2015VIA MONTORFANO/STATALE EMILIA – Forze dell’ordine per i volantini contro i lampioni? La polemica ha infervorato i social melegnanesi e Giulio, montorfanino di via King, scatta una foto commentando: «Questo è quanto succede da settembre. Erano i manifesti di uno spettacolo in Rocca Brivio».

Lunedì 23 febbraio 2015, ore 13:04

Standard
Satira

Bellomo, Pisapia, il traffico e la bretella senza un soldo

RADAR-feb2015Strada Cerca-Binasca, il Sindaco Bellomo: «Niente soldi per 249mila metri quadri di bosco».

E la notizia?

_

TEM e Cerca-Binasca. Bellomo: «Niente aree boschive a Melegnano, Rocca Brivio, Cerro al Lambro, Vizzolo Predabissi, Dresano, Mulazzano, Casalmaiocco».

E il Montorfano?

_

Bellomo, «TEM ha congelato i progetti ambientali speciali in tutto il Sud Est Milano». Peccato, Papà Albero: avevi un sacco di spermatozoi!

_

Sindaco Bellomo: «Progetti ambientali congelati e privi di finanziatori. E inizio a sentirmi un po’ freddino anch’io…».

_

Cerca-Binasca, a ben vedere Bellomo dichiara: «Gli accordi iniziali prevedevano la manutenzione delle ciclabili ai Comuni, la gestione delle strade alla Provincia e i progetti ambientali al Parco Sud. Che dipendeva in toto dalla Provincia». Cinquanta sfumature di significato.

_

Bellomo: «Esortiamo dunque Pisapia e la Città Metropolitana a scegliere le riserve o saranno a rischio le opere compensative».
La più triste.

_

Bellomo, «Gli accordi prevedevano questo, e questo, e questo, e questo…». Grande Albero, Madre Terra, piangete intanto tutti i vostri figli.

_

Niente più boschi sulla Cerca-Binasca. Alberi e poeti: sempre storia inutile.

_

#TEM&sperèm

Standard