Cronaca

Melegnano, in arrivo la Costituzione degli Animali

BROLETTO, PIAZZA RISORGIMENTO — «Tutelare gli animali è un valore etico irrinunciabile. Può diventare obbligo di legge». Con queste parole viene votata la preparazione di un regolamento comunale per tutelare gli animali da compagnia, cani, gatti, uccelli, rettili e tutte le specie che compongono la fauna urbana stanziale e transitoria.

Il regolamento sarà scritto a cura del Partito Democratico, che in consiglio comunale ha la maggioranza.

Fa testo il modello scritto nel 2013 dall’associazione nazionale dei comuni italiani: «Gli animali non sono più possedimenti umani» scrive Monica Vajna De Pava, consigliera comunale che ha presentato la proposta. «Sono finalmente riconosciuti come esseri senzienti. L’amministrazione comunale deve perciò attivarsi a regolamentare la custodia, il controllo della riproduzione, il controllo delle aggressioni; a fare osservare i divieti come quello di legare gli animali alla catena, di lasciarli soli, di usare collari a strozzo, venderli a minorenni, di detenerli se si sono riportate condanne per maltrattamenti o uccisioni, di abbandonarli, di utilizzarli per l’accattonaggio, di offrirli come omaggio o premi.

«Il regolamento definisce l’iter da compiere qualora un detentore, per seri e comprovati motivi, non sia più in grado di tenere l’animale. Anche per gli altri animali da compagnia — roditori, lagomorfi, pesci, uccelli, rettili — vengono definiti dei parametri minimi le misure dei ricoveri (gabbie o vasche) per garantire il loro benessere. Queste norme servono innanzitutto per tutelare gli animali, e garantire loro un’esistenza compatibile con le loro caratteristiche biologiche ed etologiche, per prevenire il fenomeno del randagismo e per garantire l’armonica convivenza con i cittadini».

È prevista la possibilità di riconoscere un garante degli animali.

Domenica 15 aprile ore 9:00
mamacra@gmail.com

Annunci
Standard